I consiglieri del Gruppo di opposizione "Verrès per tutti" hanno voluto portare a termine il loro mandata con un numero de "LA VOCE DELL'OPPOSIZIONE" che riportasse l'attività portatoa avanti in questi 5 anni. Un Editoriale, che riportiamo qui di seguito, apre il giornalino e di seguito troverete degli articoli su alcuni temi a nostro avviso importanti che coinvolgono o hanno coinvolto, a volte anche inconsapevolmente, direttamente la nostra popolazione.

Vi invitiamo a non arrendervi e a leggere tutto il giornalino! Coloro che hanno partecipato alla serata aperta al pubblico il 12 febbraio hanno avuto il racconto dalla viva voce dei consiglieri di opposizione.

UN BILANCIO PER UNA LEGISLATURA DIFFICILE E PESANTE

Siamo ormai al termine della legislatura. Sono passati quasi 5 anni da quel giorno di maggio del 2015 in cui ci siamo recati alle urne a scegliere i nostri rappresentanti nel Consiglio comunale.

La lista civica Verrès per tutti, composta da 15 volenterose e valorose persone, che hanno voluto mettersi a disposizione della comunità, ha riscosso un successo ECLATANTE. Non sufficiente però, seppur per 10 voti, a governare il paese. Eh sì perché succede così, nei consigli comunali della nostra regione, nei comuni come il nostro, chi vince prende 11 seggi e si sceglie la squadra di Governo, chi perde, anche se per una manciata di voti, ha diritto a 4 rappresentanti.

Vi confessiamo che la strada che abbiamo percorso in questi quasi 5 anni è stata davvero dura e tutta in salita. Il gruppo di maggioranza non ha mai smesso di fare campagna elettorale anche quando questa non era più necessaria perché, quando si opera all’interno di un assise istituzionale, si deve cambiare approccio, si devono cambiare i toni della discussione. Probabilmente è più facile sbraitare e riempirsi la bocca con parole ridondanti che non sostenere discussioni costruttive. Ma va da sé che per sostenere discussioni virtuose si devono avere le competenze e un po' di umiltà nell’accogliere le idee esposte da chi, come loro, rappresenta il 33% della popolazione.

Questo clima ostile ha creato una tensione generale nei rapporti istituzionali e in alcuni casi anche in quelli personali che si è trascinata nel corso di questi anni.

Il nostro gruppo ha sempre lavorato adempiendo al compito dei consiglieri comunali, a prescindere dalla posizione se di maggioranza o di opposizione, e cioè monitorando e vigilando sul’attività politico- amministrativa della Giunta comunale e del Comune nel suo insieme. Un’azione che è sempre stata vista ovviamente a torto, come fastidiosa, insidiosa e ostruzionista.

Pensavamo che un Comune a trazione di un Sindaco giovane avrebbe portato a un’azione collaborativa con l’opposizione che, seppur perdente rappresentava sempre il 33% della popolazione (tanto quanto rappresentava la maggioranza).  E invece la collaborazione è finita prima ancora di iniziare.

Questa mancata collaborazione e condivisione è stata evidente nella:

  1. mancata condivisione di istanze presentate dalla opposizione a prescindere dalla loro bontà.

Abbiamo alcuni esempi lampanti dell’ottusità e della chiusura nei confronti delle nostre proposte che abbiamo già citato in altre occasioni:

- mancata condivisione della devoluzione dei gettoni di presenza all’Oratorio

- buoni mensa

- integrazione capitolo delle borse studio successivamente adottato su iniziativa della Giunta

- commissione temporanea “Salute e benessere”…mai più convocata…(da completare)

  1. mancata convocazione delle commissioni consiliari.

Come abbiamo già riportato negli altri giornalini, il Comune di Verrès è uno dei Comuni valdostani a prevedere nel suo Statuto le Commissioni consiliari che sono organi consultivi che permettono di far lavorare insieme i Consiglieri. Ovvio che questo implica condivisione di tempi, spazi e soprattutto idee. Noi abbiamo sempre chiesto costantemente la convocazione di questi organi, ma ogni volta seppure verbalizzando l’impegno alla convocazione nulla avveniva oppure se avveniva era per argomenti di una fusibilità imbarazzante!

Le commissioni consiliare previste dal nostro Statuto comunale sono 4:

Politiche di sviluppo sociale, sportivo e culturale e turistico 

 

Convocata 5 volte

Ultima convocazione settembre 2017

Assetto del territorio, opere pubbliche e sviluppo economico

 

Convocata 7 volte

Istituzioni e affari generali

 

16 volte (commissione che si occupa di analizzare il bilancio e i regolamenti)

Politiche europee e giovanili

 

MAI CONVOCATA

 

  1. lo scherno e lo sprezzo palese nei confronti dell’impegno dei consiglieri di opposizione

Tanta ostilità ci ha portati a rivalutare, in alcune occasioni, la necessità della nostra presenza in Consiglio comunale.

Ognuno di noi ha impegni professionali e personali a cui si aggiunge la partecipazione alla vita amministrativa. Ecco quest’impegno consegnatoci dai nostri elettori è stato valutato  in molte occasioni un peso e non un piacere! Le serate spese ad analizzare documenti del Comune a cercare soluzioni a produrre le nostre istanze si sono tradotte nella maggior parte dei casi in carta straccia.

In questi 5 anni sono state presentate:

Mozioni

16

Interpellanze

18

Interrogazioni

21

Ordini del giorno

3

 

Le iniziative presentate al fine di tenere informati i cittadini verreziesi sull’attività del gruppo sono sempre state pubblicate sul sito www.verrespertutti.it e in parte sulla pagina FB. La voce dell’opposizione poi è il giornalino che periodicamente è stato pubblicato sempre al fine di comunicare quanto veniva portato avanti.


Giornalino 6 2020